Categoria: Politica

Due pensieri elettorali giusto per riprendere a scrivere.

Ieri sera sono rincasato tardi dal seggio dove ho fatto il rappresentante di lista assieme a Lucia, che pazientemente ha atteso con me il completamento dello spoglio.  Ho dormito giusto quelle quattro ore prima che le obbligazioni assunte nel corso del tempo (pagare l’affitto di casa, le bollette, mandare avanti la mia bottega, eccetera) mi costringessero a riprendere la via del lavoro. Solo in questo momento, grazie ad un formidabile the nero, di origine turca, suggeritomi da un mio cliente sono riuscito a riordinare alcuni pensieri sulle elezioni di ieri. Che ripropongo qui, non con finalità sociologiche, ma solo in funzione di riprendere a scrivere qualcosa su questo blog abbandonato da un po’ troppo tempo.

Continue reading

Lettera a un Partito mai nato

imageCaro Partito Democratico,

ammetto di averti tradito. Un tradimento consumato a metà, però.  Ho votato il Movimento 5 Stelle, ma solo al Senato, anche se l’idea di partenza era quella di tradirti per intero. Il simbolo e una certa storia in comune alla fine hanno pesato. Ma ti assicuro che non è stato semplice neanche così. Tutt’altro. Di tutto questo, però, ho ben chiaro il momento in cui ho maturato la decisione.  E’ colpa di un operaio, precisamente quello del Sulcis. Quello che ogni giorno si cala sotto terra, per 1.200 euro al mese, perchè vuole evitare a suo figlio la stessa sorte. Lo vuole mandare all’Università, farlo studiare, non fargli fare quella vita schifosa che fa anche lui. Ma suo figlio, finita l’Università, non troverà lavoro e dovrà andare all’estero. Perchè qui il lavoro c’è, ma è quello da 500 euro al mese. Perchè qui da noi il figlio di un operaio, rimane operaio. La scala sociale non funziona più. Tu queste cose, caro PD, non le hai dette in campagna elettorale. Non sei andato a vedere a Carbonia, dove scavano del carbone per buttarlo via, tanto fa schifo. Ma se non facessero così non avrebbero niente da mangiare. Non sei andato a Taranto a vedere la gente che per mettere insieme uno straccio di stipendio deve respirare la merda e spaccarsi la schiena per far accumulare i profitti a un tuo antico finanziatore. Continue reading

SuperPorcellum

Qualche tempo fa Bersani, punto sull’onore, dichiarò che lui, dal punto di vista informatico, non era un pirla. Gli tocca, adesso, dimostrare che non lo è nemmeno dal punto di vista delle riforme istituzionali. Avanza, infatti, un’idea di riforma elettorale che, alternativamente, fa pensare che chi la sostiene sia o in malafede o da ricoverare.
Il Porcellum a guardarlo di fino non sarebbe poi neanche male. E’ un sistema proporzionale con soglia di sbarramento al 4%. C’è un premio di maggioranza che viene dato alla coalizione consentendo, da una parte, di sapere quali sono i partiti che si alleano e chi è il candidato premier, e dall’altra di avere un numero tale di parlamentari per permettere una stabilità di Governo. Continue reading

Come l’umidità sul Titanic

La discussione su dove piazzare il capoluogo della futura Provincia Romagnola ha la stessa utile carica passionale di quella che si sarebbe potuta fare sul Titanic lamentandosi per gli alti livelli di umidità.
Lo dico con la convinzione che, mentre noi stabiliamo che Rimini è migliore di Forlì o Ravenna, o viceversa, oppure meglio Bordonchio che tutti comunque sanno dov’è, gli altri si sfregano le mani pensando che alla fine, comunque, ci hanno fregati. E la fregatura sta in questo tentativo, ormai reiterato e da molti avvallato, di limitare sempre più i luoghi dove si esercita la democrazia in nome di un presunto intento di togliere motivi all’anti-politica. Continue reading

Fondazione Carim sospenda Auditorium per concentrarsi sul Galli

Credo che la Fondazione Carim debba sospendere il progetto dell’Auditorium per concentrare le proprie risorse sulla ricostruzione del Teatro Galli. In questo modo chiuderemmo il cerchio degli interventi da noi realizzati in Piazza Malatesta: dopo Castel Sismondo e il Fossato consegneremmo alla città il Teatro Galli, pezzo importante della nostra storia cittadina. Sono consapevole che la Fondazione ha preso degli impegni con il Comune che devono essere, senza dubbio, rispettati. In primis la realizzazione dei parcheggi interrati per il Palacongressi. Una volta realizzati, nulla vieta di sospendere la progettazione dell’Auditorium e dirottare le risorse sul Teatro Galli lavorando su un progetto condiviso con il Comune. Continue reading

Intervento congresso Sinistra Giovanile febbraio 2005

Care compagne, cari compagni,
è sufficiente una frase di Antoin de saint-Exupéry per chiarire ciò che deve essere la Sinistra Giovanile di Rimini: “Se vuoi costruire una nave, non radunare gli uomini solo per procurare il legno e preparare gli attrezzi, e non assegnare solo i compiti, ma insegna agli uomini la nostalgia dell’oceano infinito”.
In queste quattro righe sta tutto il senso del mio impegno. Dobbiamo da una parte ritrovare la nostalgia dell’oceano infinito e dall’altra costruire insieme la nave per navigare in questo oceano infinito.
Permettetemi, però, prima di ogni altra cosa di ringraziare i segretari che ci hanno preceduto. Fabio Mirko e Matteo hanno guidato la nostra organizzazione con la passione e la volontà di chi a questa organizzazione vuole bene. Ci sono stati dei momenti di scontro e di confronto, non lo nego, e momenti in cui le divergenze erano tante e profonde. Ma vivaddio la dialettica è il sale della democrazia! Continue reading

Appunti elettorali 2

C’ho preso gusto. Non avendo altro luogo dove esternare di politica lo faccio qui in via telematica. Non ho proprio le idee chiare ma visto dove ci hanno portato quelli che invece le avevano chiarissime, posso tranquillamente dire ciò che voglio con la presunzione di essere di qualche utilità. Continue reading

“Benaglia: Fondazione casa e famiglia”, intervista al Corriere di Rimini di domenica 20 aprile 2008.

Fondazione Carim, domani Luciano Chicchi lascia la presidenza dopo 15 anni e martedì il consiglio generale elegge il nuovo numero uno fra Alfredo Aureli (industriale e attuale vice) e l’avvocato d’area cattolica Massimo Pasquinelli che gode dei favori del pronostico. Il commercialista Giovanni Benaglia è uno dei diciotto che metterà la scheda nell’urna. Continue reading

Appunti elettorali

Qualche osservazione sui risultati elettorali. Lo hanno fatto tutti, per cui mi cimento anche io.

  1. abbiamo perso, forse lo sapevamo ma immaginavamo, o ci auguravamo che il distacco fosse minore.
  2. Abbiamo perso perché siamo una minoranza culturale in Italia. Il centrodestra rappresenta plasticamente la maggioranza culturale degli italiani, fondamentalmente con scarso interesse per il bene pubblico e con, invece, molto interesse per il bene proprio. Una società fondamentalmente egoista che privatizza il benessere e socializza le perdite e le inefficienze. Continue reading